18 Jul 2012

Dimostrazione di Cinque Dispositivi in Uno @ Re-generation MACRO

Giovedi 19 Luglio 2012
Grossi Maglioni, Dimostrazione di Cinque dispositivi in uno, 2011
MACRO Testaccio - Pelanda – cisterne due
Cinque Dispositivi in Uno, è un'oggetto, una macchina, un mobile, un dispositivo che riassume nelle sue forme e funzioni il progetto sull'illusionismo e lo spiritismo, Macchina Dematerializzante e Gabinetto Spiritico per l'apparizione di corpi dispersi (2007/ 2011), condotto negli ultimi anni dal duo artistico composto da Francesca Grossi e Vera Maglioni. Interessate a lavorare in luoghi differenti con azioni simultanee che mettono in connessione spazi materiali e immateriali, le artiste ricorrono alla performance art come strumento per il confronto e l’interazione tra il linguaggio della scienza e le pratiche dello spiritismo. Attraverso il re-enactment di quest’ultime, gettano così una nuova luce sulle pratiche scientifiche e su quelle culturali legate all' entertainment. Cinque Dispositivi in Uno, è un mobile trasformabile che può diventare macchina per il teletrasporto, gabinetto spiritico, tavolo per sedute spiritiche, catafalco per le trasformazioni e Ouija board. Ognuna di queste funzioni è stata attuata e manifestata nel corso della loro ricerca e sarà riproposta nel corso dell’intervento di Grossi Maglioni per Re-generation. Le artiste condurranno infatti una dimostrazione dal vivo dei meccanismi inerenti il dispositivo, con l’intenzione di indurre il pubblico a relazionarsi direttamente con essa. L’intervento riflette sul dialogo tra la performance art, il modo di operare verso il superamento dei limiti fisici tipico dell’illusionista, l’approccio degli spiritisti alle manifestazioni soprannaturali, la scienza e l’occulto. L’azione è una riflessione storica, etica e poetica, dove il linguaggio stesso e le sperimentazioni della scienza ufficiale si sovrappongono alle pratiche antagoniste parascientifiche nella loro interazione con la tecnologia.

11 Jun 2012

Grossi Maglioni @ Centro Periferia

Centro/Periferia
Mostra dei 28 finalisti

Inaugura il 14 giugno la mostra collettiva dei finalisti dell'edizione 2012 del Concorso Internazionale Federculture per Giovani Artisti
14-17 giugno 2012
Tempio di Adriano (P.zza di Pietra, Roma)
ore 9-19

5 May 2012

This is an happening @ Ospiti

Ad Ospiti il video dell'ultima "devastante" tappa del ciclo This is an happening che ha avuto luogo ad Arte-fiera (Bologna 2012)


Martedì 8 Maggio  
ore 19
negli studi di Elena Boni e Alessandro Sarra
Ospiti Grossi Maglioni e Simone Berti  



17 Mar 2012

Che cos'è la critica istituzionale?

COMUNICATO STAMPA


The Grossi Maglioni Magic Duo
This is an happening: vademecum


A cura di Massimo Marchetti
Con il patrocinio di Federculture

27> 28 gennaio 2012 h 18.00> 21.00
29 gennaio 2012 h 15.00> 18.00
c/o Associazione Crudo
Via Zamboni 26, Bologna


Dal 27 al 29 gennaio, allʼinterno del programma di Arte Fiera OFF, sarà visibile presso la sede dellʼAssociazione Crudo, la documentazione di This is an happening, unʼazione realizzata dal The Grossi Maglioni Magic Duo a partire dal 2006. Lʼoccasione di questo evento è data dallʼinvito rivolto da Federculture al duo di illustrare il proprio progetto allʼinterno della presentazione del concorso internazionale per giovani artisti Centro/Periferia, che si svolgerà negli spazi di Arte fiera il 27 gennaio alle ore 11.45.

The Grossi Maglioni Magic Duo (Francesca Grossi e Vera Maglioni) svolge unʼindagine sui procedimenti dellʼentertainment legati alla dimensione dellʼattrazione e della meraviglia, utilizzando gli aspetti che legano spettacolo e irrazionalità come dispositivi per rilevare gli stereotipi sul corpo femminile. Lo sguardo, che alimenta un desiderio destinato alla frustrazione, viene considerato allʼinterno di un genere di finzione in cui non è solo lʼincredulità dello spettatore ad essere sospesa, ma anche la sua capacità di riconoscere lucidamente i significati sociali che ne derivano.

This is an happening, fin dal titolo grammaticalmente scorretto, è una provocazione ironica che allarga lʼindagine sugli stereotipi sociali direttamente al mondo artistico, sperimentando le reazioni prodotte da questo tipo di ricerca allʼinterno di uno dei contesti più codificati del sistema dellʼarte contemporanea, quello delle gallerie. Privilegiando la struttura della “situazione”, la coppia di artiste ha realizzato una serie di brevi incursioni in gallerie di New York, Helsinki e Stoccolma. Il guestbook di queste gallerie era posto al centro di una coreografia associata agli spettacoli di illusionismo, dando vita a un momento “fuori luogo” dove per magia appariva lʼopera. Mutando la funzione del libro delle firme e invitando il personale a uno scambio simbolico, questa presenza, non prevista nella logica del white cube, ne riproduceva sinteticamente gli stessi meccanismi commerciali in direzione inversa. A quel punto, lʼasetticità del “cubo bianco”, luogo di una teorica libertà espressiva, era incrinata da un momento di imbarazzo, dando vita a una metafora della resistenza di fondo di quel contesto. La documentazione di queste azioni, allestite negli spazi di Crudo assieme a una serie di oggetti che le testimoniano e al kit per un suo re-enactment da parte di altri artisti, indicano la varietà delle reazioni ottenute. Contestualmente, The Grossi Maglioni Magic Duo metterà in atto una nuova versione del lavoro negli stand delle gallerie ospitate in fiera, dando modo di verificare come possa variare lʼatteggiamento del sistema in questa situazione.


Info: T. 3479109417 crudo@crudotdb.org
http://thegrossimaglionimagicduo.com/thisisanhappening/
http://spaziocrudo.blogspot.com/


Le fotografie della performance sono state realizzate da Max Botticelli Per la stampa si ringrazia The Photographers' room (Milano) http://www.thephotographersroom.com/